Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Giovedì 18 aprile il film indipendente “Il Pittore e la Santa” del regista Biagio Cardia, con la sceneggiatura di Nino Giordano, è stato presentato all’Istituto Comprensivo Gaetano Martino di Tremestieri con proiezione presso U.C.I. Cinemas di Tremestieri. In questa occasione, il film è stato presentato in “Versione Integrale” della durata di 60 minuti. Dopo aver presentato il film nel mese di gennaio 2019 presso il Salone delle Bandiere del Comune di Messina alla stampa e presso il “Pala Cultura Antonello” alle autorità cittadine, sono state eseguite due proiezioni destinate al pubblico in prima assoluta nel cinema Apollo di Messina.

Il film ha riscosso un grande successo con il gradimento di tutti gli alunni presenti, attenti al racconto storico-biografico del grande pittore messinese Antonello da Messina e di Santa Eustochia. Grande soddisfazione anche da parte della Dirigente Prof.ssa Giuseppina Broccio e dei professori che si sono impegnati per far visionare agli alunni il film presentato dal regista Biagio Cardia, il quale ha allestito una mostra di foto, costumi di scena e di alcune riproduzioni delle opere di Antonello da Messina. Inoltre, prima della proiezione al cinema, quando ancora gli alunni erano a scuola, Cardia ha presentato il film attraverso alcune fotografie realizzate durante le riprese, consegnando anche una targa ricordo per la scuola.

I nostri personaggi storici Antonello e Santa Eustochia nacquero a Messina nella stessa zona chiamata Sicofanti; Antonello da Messina nel 1430, Smeralda Cofino - al secolo Santa Eustochia - nel 1434. Compagni di giochi? Amici fin dall’infanzia? Probabile! Partendo da questa suggestiva ipotesi il film “Il pittore e la Santa” ha inteso porre all’attenzione degli spettatori la vita del più grande pittore siciliano del quattrocento, Antonello da Messina, narrata in parallelo con quella di Santa Eustochia.
Fin da ragazzo, Antonello vuole fare il pittore; Smeralda, futura Santa Eustochia, dona la sua vita a Gesù. E’ così che le opere Antonelliane di forte richiamo evangelico quali la Crocifissione,l’Annunciazione e l’Annunciata del palazzo Abatellis di Palermo possono legarsi anche all’anello di amicizia tra i due, presunta amicizia che costituisce la tematica centrale del film.
In forma di docu-film “Il Pittore e la Santa” offre uno spaccato di vita del ’400 in Sicilia e si articola in una miscellanea di colori, atmosfere, ambientazioni paesaggistiche come la località del Borgo Pantano a Rometta, il porto di Messina, la chiesa di Santo Stefano di Salice, villa Martius, San Pier Noceto, Mili San Pietro e il luogo della presunta tomba di Antonello da Messina a Santa Maria di Gesù Superiore di Ritiro. Spicca nel contesto filmico una sentita e nutrita partecipazione di un cast di oltre 50 persone, tra attori, scenografi, costumisti, fotografi e Staff di produzione.

 

 

 

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

 

 

Mediatore culturale

Statistiche

Visite agli articoli
469268

Scansiona il QR Code

Vai all'inizio della pagina