Eventi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Venerdi 8 Marzo 2019 le classi terzedell'I.c. Tremestieri hanno incontrato l'arma dei Carabinieri nell'ambito dell'iniziativa "Gener-Azione Legale: la scuola incontra l'Arma dei Carabinieri"

"Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni". Con queste parole un giovane Carabiniere giura di servire l’Italia e mi fermo a pensare che in realtà, così dovrebbe giurare ogni italiano davanti al nostro tricolore. Li guardo mentre con orgoglio, il maresciallo e il Corpo dei Carabinieri Subacquei, che oggi sono venuti a trovarci a scuola, ci raccontano la loro divisa che è in realtà una scelta di vita. Hanno scelto di starci accanto, a volte in silenzio, in maniera discreta, senza clamore per garantirci sicurezza, legalità, giustizia. Sono uomini e la loro umanità si avverte da subito, dal loro modo di stare in mezzo a noi senza mettersi al centro dell’attenzione, di parlarci e di raccontarsi nei filmati che ci hanno portato a visionare, e che guardano assieme a noi con lo stesso orgoglio della prima volta; nelle attrezzature sofisticate che maneggiano con attenzione e con riverenza e che ci spiegano nel loro utilizzo della ricerca della verità. Mi si smuove qualcosa dentro, nel sentire le loro voci chiare e ferme nel ricordarci che loro ci sono sempre, anche quando non avvertiamo la loro presenza; che la loro missione non ha un orario di servizio che finisce con la timbratura di un cartellino, che la loro fedeltà non si esaurisce con la pensione. Scorrono le immagini della Scuola degli Allievi di Firenze e i loro occhi non perdono un fotogramma della bellezza della struttura e della difficoltà del percorso duro e completo che ci viene raccontato nelle clip. La parola “studiare” è quella che ricorre costantemente nei loro interventi quasi a volerci ribadire l’importanza di una formazione culturale che non è curiosità per il sapere ma amore per la nostra storia. Sfilano davanti ai nostri occhi, tutti i reparti dell’Arma, riflesso "fedele" delle vicende del nostro Paese, che pur di essere sempre presente in ogni settore della vita sociale sin dalla sua istituzione è stata capace di specializzarsi in altrettante attività istituzionali: per terra, per mare, per aria, ovunque c’è un Carabiniere pronto all’azione! Sfilano gli elicotteri dell'Arma e gli aerei dei Carabinieri Paracadutisti, la banda, gli austeri Corazzieri, gli scrupolosi NAS, gli affascinanti RIS, gli impavidi ROS, e poi dal vivo, parlano i Carabinieri Subacquei che ci raccontano del loro lavoro “sommerso” e silenzioso ma determinante in tante indagini al servizio della verità. Parlano con umiltà della lunga formazione che non finisce mai, dei pericoli di agire in un elemento, il mare, in cui non c’è rifugio ma che non limita la loro volontà ma ne affina le doti. Rischio, sacrificio, allenamento sono gli assi portanti del loro intervento che però non sminuisce l’amore per il lavoro per cui sono stati scelti e di cui sentono la responsabilità ma anche l’orgoglio. Solo allora capisco perché tutti i giorni rischiate la vita per difendere la nostra e per difendere la libertà. Grazie di credere con passione, amore, coraggio ed onestà in quello che fate. Grazie, perché voi continuate a darci la speranza che esista ancora una parte della nazione sana e desiderosa di stare, incondizionatamente, dalla parte integra delle istituzioni. Grazie perché per merito della vostra forza fedele e incrollabile riuscite, anche in questo momento di crisi, a costituire un vivo e affascinante modello per noi giovani. Si diceva un tempo che per una ragazza passare fra due Carabinieri fosse segno di fortuna. Lo sarà, tutti i giorni anche per la nostra l'Italia, finché sarà ancora gelosamente protetta dal pennacchio rosso e turchino di oltre centomila Carabinieri “nei secoli fedeli”.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In data odierna, 31 Gennaio 2019, presso l'Istituto Quasimodo di Messina si è tenuta la premiazione del premio di poesia rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado. Tra i premiati l'alunno della scuola media G. Martino Matteo Scopelliti della classe ID seguito dalla prof.ssa Daniela Bonura con la poesie "Il monte più alto".

Quando il sole stanco va via

si nasconde dietro un grandissimo monte

e lì, come per magia,

lascia le sue ultime impronte:

queste scie luminose ci lasciano guardare

per ancora qualche minuto

Dinnammare, che ci dona un sorriso d'aiuto.

 

Messina si sveglia, dalla sua altezza meravigliata:

Dinnamare la guarda

come una mamma preoccupata

per la sua città testarda:

ahimè non dà importanza

ai suoi bellissimi paesaggi

pieni di animali e di piante che ispirano grandi saggi.

 

La Natura qui si sveglia

e vorrebbe ricordare

ad ogni suo figlio e figlia

l'importanza di non inquinare:

questa terra ci ha offerto tanto

e ancora tanto ci può dare

se cerchiamo di guarirla, amando il Monte di Dinnammare!

 

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La nostra Orchestra diretta dal prof. La Fauci ha animato la Festa di Natale per le scuole organizzata da Gazzetta del Sud - Noi Magazine in collaborazione con Unicef. I docenti di strumento, Pitali, Pieragelini e D'Agostino, hanno preparato e seguito i propri alunni nell'esibizione

Gli alunni partecipanti sono stati:

Al violino : Bellinghieri, Mazzù, Ialaqua Tripodo della (classe 3F)

Arpa: Caleca, Morabito, Romano (classe 3F)

Pianoforte: Bonomo, Sparacio, Tartivita (classe)3F , Benedetto e Giove (2F)

Tromba: La Rosa, Castriciano (2F) Azzaro (3F)

Flauto : Velardi Martina (3B)

 

 

 

 

orchestra

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

l'Istituto Comprensivo di Tremestieri ha partecipato al Concorso bandito dal  Lions International  “UN POSTER DELLA PACE” – La solidarietà è importante per l’A.S.2018-19

La commissione interna ha previsto la presenza di:

-         Prof. Giuseppe Magaudda – Segretario del Lions Club Messina Colapesce

-         Prof.ssa Concetta Maria Totaro – Vice Preside dell’Istituto Comprensivo Statale Tremestieri

-         Prof.ssa Angela Patti – Referente del Progetto

-         Prof.ssa Marina Leoncini- Docente

-         Prof.ssa Gabriella  Tozzi- Docente

-         Prof.ssa Grazia Spuria- Docente

-         Prof.ssa Agatina Faro- Docente

Dopo aver esaminati  N.30  elaborati,   la commissione  ha ritenuto di premiare l’alunno Piergiorgio Rizzo classe III sez.F per l’originalità con cui ha espresso visivamente il tema del concorso e per la tecnica artistica utilizzata.

La Commissione ha ritenuto meritevoli di menzione gli elaborati grafici pittorici realizzati dagli alunni:

-         Caleca Valentina classe III sez.F

-          Velardi Martina classe III sez.B

Il Prof. Magaudda ha comunicato che a tutti gli alunni partecipanti verrà conferito, in segno di riconoscimento, un Attestato di Partecipazione.

Un Puzzle colorato, che compone l’immagine del planisfero, è stato decretato vincitore della selezione interna del nostro Istituto per partecipare alla selezione provinciale del Concorso Lions International “Un Poster della Pace”- sotto il patrocino del LIONS CLUB MESSINA COLAPESCE – Presidente per l’anno sociale Prof. Lucrezia Lorenzini. L'autore è l’alunno Piergiorgio Rizzo classe III sez.F 

 

 


 

 

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

 

 

Mediatore culturale

Statistiche

Visite agli articoli
446172

Scansiona il QR Code

Vai all'inizio della pagina